Cerca

Energia: superate le 5mila firme per riconversione Centrale Enel di Porto Tolle

Economia

Porto Tolle (Ro), 8 giu. - (Adnkronos) - Ha superato quota 5.200 firme la petizione "Sostieni il lavoro in Polesine", organizzata dal Comitato Lavoratori della Centrale Enel di Porto Tolle, in collaborazione con le organizzazioni sindacali Filctem-Cgil, Flaei-Cisl e Uilcem-Uil. A Porto Viro, al mercato del mercoledi', le adesioni sono state 272, arrivate soprattutto da giovani, italiani e stranieri, in particolare, russi e moldavi. Quota 5.200 e' stata superata grazie alle sottoscrizioni arrivate all'indirizzo e-mail del Comitato, comitato.azione.lavoratori@gmail.com.

La "dura" vita dei giovani precari o disoccupati e' al centro delle preoccupazioni degli anziani che firmano. "Si fermano a parlare con noi, dicono che non vogliono che il futuro dei figli sia lontano da casa - racconta Roberto Sivieri, uno dei lavoratori attivi nella raccolta firme - 'Mio figlio e' a casa senza lavoro, e io ho solo la pensione minima', ci diceva oggi una signora anziana. Le sue parole sono le stesse di tante persone - continua Sivieri - Senza investimenti come la riconversione, nelle zone dove i giovani non trovano lavoro e sono costretti ad andarsene, il ricambio generazionale e' un problema reale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog