Cerca

Batterio killer: cetrioli, crollano le vendite nella provincia di Firenze (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''I nostri prodotti sono a filiera corta - ha spiegato Simone Tofani responsabile tecnico della Cooperativa Legnaia - e sono quotidianamente controllati sul posto, proprio perche' provengono da campi che si trovano nelle nostre zone".

"Questa psicosi, provocata anche da una generale disinformazione - ha aggiunto - ha comportato una diffidenza nell'acquisto da parte dei cittadini di prodotti super controllati, e quindi un vertiginoso ribasso delle vendite del prodotto nel mercato locale dell' ortofrutta fresca. Ricordiamo ai cittadini di non farsi prendere da queste paure ingiustificate, perche' basta semplicemente acquistare verdura a filiera corta e lavarla accuratamente, e anche il tanto temutissimo cetriolo potra' rimanere nei nostri piatti''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog