Cerca

Siria: mistero su blogger scomparsa, non e' sua foto pubblicata dai media

Esteri

Damasco, 8 giu. - (Adnkronos/Aki) - Si fa sempre piu' intricata la vicenda di Amina Abdallah Araf, la blogger dissidente siriana che sarebbe stata arrestata lunedi' dai servizi di Damasco. Come scrive il sito del Wall Street Journal, una donna britannica ha fatto sapere che e' suo, e non di Amina, il volto che appare nella foto diffusa dai media in questi giorni. La donna e' Jelena Lecic e, dopo aver visto la sua foto sul Guardian, che la pubblicava come foto di Amina, ha fatto avere ad alcuni media britannici altre sue foto, che confermano che la sua versione.

''Prego che Amina torni sana e salva dalla sua famiglia, ma voglio che sia chiaro che la ragazza della foto sono io, nonostante l'immagine sia stata associata alla sua vicenda'', ha detto la Lecic. Alcuni siti, tra cui quello del New York Times, avanzano dubbi sul fatto che la blogger esista davvero, visto che pochi possono confermare di conoscerla di persona e che ci sia veramente lei dietro il blog 'Una ragazza gay a Damasco'.

La blogger, per la cui liberazione e' partita una campagna internazionale sui principali social network, sarebbe stata vista l'ultima volta lunedi' scorso, mentre veniva strattonata e spinta in una vettura da uomini in borghese a Damasco. Sul blog 'Una ragazza gay a Damasco' si leggono, tra l'altro, racconti sulla sua partecipazione alle proteste contro il regime di Bashar al-Assad.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog