Cerca

Calcio: legale Signori, ha risposto no a proposta taroccare partita (2)

Sport

(Adnkronos) - L'interrogatorio di Beppe Signori e' durato circa un'ora e mezza e al termine, secondo il suo legale, l'ex attaccante sarebbe apparso stanco e provato soprattutto per la detenzione ai domiciliari. "A Signori -ha spiegato l'avvocato Caroli- vengono addebitati due illeciti sportivi: Inter-Lecce e Atalanta-Piacenza. Per quanto riguarda Inter-Lecce Signori e' stato interrogato in merito all'incontro che il 15 marzo scorso ha avuto nello studio dei suoi commercialisti alla presenza di Erodiani e Bellavista. Durante l'incontro -ha spiegato ancora l'avvocato- gli viene proposto un determinato affare che ha natura illecita riguardante la partita Inter-Lecce. Proposta alla quale Signori risponde con un secco no".

All'ex attaccante della Nazionale, spiega l'avvocato, "e' stato proposto di finanziare, con 40 mila euro, questo illecito per rendere arrendevoli alcuni giocatori. Signori pero' ha risposto con un secco no". Quanto alla documentazione che sarebbe stata trovata in casa di Signori, si tratta, secondo il suo legale "semplicemente di un foglietto scritto da Signori con appuntata la cifra che lui avrebbe dovuto sborsare per finanziare questo illecito sportivo". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog