Cerca

Criminalita': guerra tra clan a Bari, gli Strisciuglio puntavano su Japigia

Cronaca

Bari, 8 giu. - (Adnkronos) - Tutto nacque con un pretesto: un piccolo screzio durante una partita di calcetto in un centro sportivo. Ma in realta' la guerra tra organizzazioni criminali contrapposte, con agguati e tentati omicidi, sarebbe scoppiata nel mese di marzo a Bari perche' la tensione era gia' alta e per il tentativo del clan Strisciuglio, egemone in molti quartieri della citta', in particolare nel Borgo Antico, di incunearsi nel quartiere Japigia, regno dei Parisi.

Oggi, nel corso di una operazione congiunta di Polizia e Carabinieri, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia, sono stati arrestati Giuseppe Milloni, 28 anni, esponente emergente degli Strisciuglio, con una storia criminale molto nutrita alle spalle, visto che da minorenne fu autore di un omicidio e poi successivamente coinvolto in una operazione antimafia per cui sconto' circa 5 anni in carcere, e otto presunti affiliati del clan Parisi: Pierpaolo Caizzi, 23 anni, Antonio De Fano, 21, Alessandro Lovreglio, 21, Cristian Lovreglio, 19, Giuseppe Lovreglio, 43, Nicola Moretti, 31, Antonio Parisi, 20, Tommaso Parisi, 24.

Milloni e' accusato di tre tentati omicidi, con aggravante mafiosa, proprio ai danni del clan avversario, avvenuti il 7 e l'11 marzo, gli altri di favoreggiamento personale sempre con l'aggravante mafiosa. Invece di collaborare con gli inquirenti avrebbero deciso di farsi giustizia da se' senza riuscirci. Episodi che sarebbero ''connessi'', come ha spiegato il procuratore capo Antonio Laudati con i successivi episodi accaduti a Carbonara (un omicidio e alcuni ferimenti, compresa una passante colpita al polpaccio). ''Questa e' una prima tranche, poi ci sara' Carbonara -ha promesso - l'obiettivo e' di capire la nuova composizione dei clan e i rapporti e le nuove alleanze che si sono formate nel territorio''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog