Cerca

Criminalita': guerra tra clan a Bari, gli Strisciuglio puntavano su Japigia (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Per la verita' i giovani dei Parisi tentarono alcune incursioni a Barivecchia (le cosiddette 'picchiate'), riscontrate dagli inquirenti che tenevano sotto controllo i due quartieri, ma non riuscirono a 'mettere nel mirino' i loro obiettivi e quindi non ci furono spargimenti di sangue. E a quel punto fu Milloni che l'11 marzo decise di vendicarsi tornando a sparare in pieno giorno e nel cuore di Japigia, in via Guglielmo Appulo. Antonio De Fano rimase ferito alla testa mentre un altro appartenente al clan Parisi, venne ferito all'addome, e riusci' a rifugiarsi a casa di Nicola Moretti, altro affiliato, dove venne medicato senza far ricorso alle cure ospedaliere.

Nella sparatoria rimase ferita dalle schegge dei vetri una donna che, alla guida della sua auto e in compagnia della figlia di 5 anni, faceva ritorno a casa dopo averla prelevata da scuola. Il proiettile attraverso' l'abitacolo senza colpire fortunosamente nessuna delle due donne. All'individuazione di Milloni, quale unico responsabile dei tre ferimenti, gli investigatori sono giunti al termine di un'indagine che si e' avvalsa di intercettazioni ambientali, durante le quali alcuni degli esponenti del clan Parisi hanno piu' volte indicato colui che aveva sparato. Mentre in tutti gli interrogatori, anche le stesse vittime hanno nascosto alcune circostanze o mentito cosi' spudoratamente da temere, come si evince da alcune intercettazioni, le conseguenze del loro comportamento.

Ma tutta l'inchiesta e' risultata condizionata, fanno notare sia gli inquirenti che gli investigatori, ''da una fitta ed impenetrabile cortina di omerta': da una parte il silenzio e la complicita' degli esponenti del clan Parisi, impregnati di una cultura mafiosa tesa a farsi giustizia da se', piuttosto che fare ricorso alle forze dell'ordine e alla magistratura, dall'altra il silenzio di tanti cittadini onesti presenti sulla scena del crimine sia il 7 sia l'11 marzo, che interrogati hanno preferito non collaborare''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog