Cerca

Governo: Santori (Pdl), 50mila firme? A Roma basta un giorno per dire no alla Lega

Politica

Roma, 8 giu. (Adnkronos) - ''L'incredibile quanto ridicola iniziativa del ministro Calderoli, finalizzata a raccogliere le firme per spostare i ministeri al Nord, e' ben degna del provincialismo e della limitatezza di vedute di taluni esponenti della Lega. Ma pensano davvero che l'Italia intera, e per primo il Nord, sia abitata da un popolo distratto che pensa che un problema del Paese sia la territorializzazione dei ministeri? 50 mila firme per fermare tanta tracotanza a Roma le raccoglieremmo in un pomeriggio, basterebbero un paio di banchetti a via del Corso, dove certo si fermerebbero anche tanti non romani, tutti quegli italiani stufi di vedere ministri che con il loro comportamento dimenticano il lavoro e le responsabilita' alle quali dovrebbero dedicarsi per gettarsi in demagogiche quanto provinciali iniziative che contrastano con gli incarichi di governo. Invece di continuare a fantasticare sul medievale quanto presunto giuramento di Pontida, Calderoli pensi all'altro giuramento, quello che ha fatto lui, e per onorare il quale ogni italiano lo paga ogni giorno''. Lo dichiara in una nota il consigliere Pdl Fabrizio Santori, intervenendo sulla questione di un eventuale spostamento di uffici ministeriali al Nord.

''Lavoriamo invece di fare chiacchiere e sollevare polveroni. Per esempio aboliamo le province, come recita il programma elettorale, vero passo anche verso la semplificazione, che dovrebbe essere la materia forte del ministro. E soprattutto piantiamola di trattare i cittadini come dei fessi per strappare il consenso di pochi fanatici'', conclude Santori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog