Cerca

'ndrangheta: scrittore Abbate, forza delle parole puo' scuotere coscienze (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Abbate cita il generale Videla, sanguinario dittatore argentino, che ripeteva spesso ''la memoria e' sovversiva''. ''Aveva ragione. La memoria -osserva il direttore di Trame- e' come un indice puntato contro i crimini del potere che ha necessita' di ricrearsi una verginita' cancellando dalla memoria collettiva i fatti storici.

Gli autori di molti libri possono dunque definirsi dei sovversivi''. I protagonisti di Trame ''svolgono dunque un ruolo di supplenza civile'', fa notare il direttore del festival, che aggiunge ''per questo li sosteniamo. Ed e' per questo che siamo al fianco dei calabresi onesti, contro gli assassini e i loro mandanti. Contro i complici e i collusi. Contro questi vigliacchi che parlano solo con la forza micidiale delle armi''.

Abbate rivolge un invito ai ragazzi di Lamezia: ''Chiediamo di scendere con noi nelle piazze che saranno occupate da Trame. Perche' si deve avere il coraggio della denuncia, della parola: perche' e' un dovere. La nostra rivoluzione parte dai libri, dalla forza delle parole''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog