Cerca

Governo: Berlusconi riunisce Pdl, resta impasse su taglio tasse

Politica

Roma, 8 giu. - (Adnkronos) - Il vertice tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore del Pdl di oggi e' servito a definire il calendario dei prossimi provvedimenti parlamentari in scadenza. Una sorta di road map da seguire da qui fino alla fine dell'estate. A cominciare dal decreto sviluppo, attualmente all'esame di Montecitorio su cui il governo sarebbe intenzionato a porre la fiducia per evitare passi falsi come quello di oggi sul ddl anti-corruzione al Senato.

Al Cavaliere, raccontano, non sarebbe affatto piaciuta la doppia battuta di arresto a palazzo Madama dove la maggioranza non ha problemi di 'numeri' e avrebbe invitato i suoi a scongiurare d'ora in poi episodi del genere. Adesso piu' che mai dobbiamo essere uniti, non possiamo permetterci di marciare in direzioni diverse, sarebbe stato il ragionamento del premier.

Quanto alla riforma fiscale, riferiscono fonti della maggioranza, nulla sarebbe cambiato rispetto al vertice di lunedi' scorso ad Arcore. Nessuna accelerazione, ne' strappi, dunque, la priorita' resta il consolidamento del bilancio. Niente tagli alle tasse. Nemmeno il vertice notturno tra il premier, Umberto Bossi e Giulio Tremonti avrebbe sbloccato la situazione. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog