Cerca

Turismo: delegazione Umbria in Usa per promuovere regione (2)

Economia

(Adnkronos) - ''E' il turismo nell'era di Internet - sottolinea Cimicchi -, il turismo all'epoca dei 'social media' e del passaparola elettronico, quello che nuove realta' costruite da piccoli operatori cercano d'intercettare, allestendo una miriade di prodotti in proprio, non piu' ceduti in appalto dai grandi gruppi. Ed e' proprio questo rapporto, questa novita' che stiamo andando a cercare nella 'provincia' americana: offrendo - sottolinea - opportunita' e combinazioni per prodotti costruiti soggettivamente, per individualita' caratterizzate. Qui a Boston, come a Washington e Philadelphia, abbiamo invitato operatori medio-piccoli, che vanno alla scoperta di nuovi territori, di nuove suggestioni ed emozioni. Hanno bisogno, come dicono, di 'luoghi sinceri', di autenticita'. Ed e' proprio questo che l'Umbria puo' dare loro''.

Arte, natura, moda, ''Food&Wine'' e ''shopping'': sono queste, secondo il direttore dell'Enit per il Nordamerica Riccardo Strano, presente alla conferenza-stampa dell'Umbria a Boston insieme con il Console Generale Giuseppe Pastorelli, le ragioni che collocano attualmente l'Italia al primo posto delle destinazioni turistiche scelte dagli americani, ''le stesse ragioni - ha detto Strano - che valgono anche per l'Umbria, che questa sera siamo onorati di ospitare''. Quell'Umbria che - ha sottolineato l'amministratore dell'Apt Cimicchi, riferendosi allo slogan promozionale piu' famoso - e' l'unica che ''fa riferimento al cuore e punta a provocare emozioni''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog