Cerca

Andria: evasione fiscale e riciclaggio per 12 mln, sequestrata sala ricevimenti

Cronaca

Andria, 8 giu. - (Adnkronos) - Una sala ricevimento molto nota in Puglia, 'Villa Carafa', di Andria, e' stata sequestrata a scopo preventivo da militari del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza che hanno eseguito un decreto emesso dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della Procura della Repubblica.

Secondo quanto accertato tre fratelli con i rispettivi nuclei familiari, tutti originari di Andria ed indagati per i reati di riciclaggio e/o reimpiego di capitali di provenienza illecita, attraverso la gestione della sala, hanno riciclato ingenti somme di denaro provento del reato di evasione fiscale contestato ad un quarto fratello, nella sua qualita' di rappresentante legale della societa' di gestione. Oltre a diversi immobili, sono finiti sotto sequestro conti correnti, rapporti fiduciari e quote societarie per un importo complessivo pari a circa 12 milioni di euro. La misura cautelare patrimoniale e' stata eseguita nei confronti di 12 persone. Ulteriori cinque informazioni di garanzia per concorso nel reato di riciclaggio sono state notificate nei confronti di altrettanti indagati (quattro direttori di banca ed un commercialista).

L'indagine, denominata 'Marriage', ha avuto inizio nel gennaio del 2009, a seguito di precedenti indagini di polizia valutaria originate dallo sviluppo di quattro segnalazioni per operazioni sospette di riciclaggio, ed ha consentito, attraverso l'analisi di una copiosa documentazione bancaria (138 rapporti bancari in 21 tra banche, societa' fiduciarie e societa' di gestione del risparmio) e riscontri presso le coppie di sposi che avevano usufruito dei servizi di ristorazione, di quantificare in circa 11 milioni di euro l'importo complessivo dei redditi derivanti dalla gestione della sala ricevimenti (nel periodo 1997-2008) e non dichiarati al fisco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog