Cerca

'Ndrangheta: riti e giuramenti di sangue nelle cellule piemontesi

Cronaca

Torino, 8 giu. (Adnkronos) - Linguaggio criptico, rituali e codici di affiliazione. C'e' tutta la tradizione 'ndranghetista, non tralasciando i legami con la ''casa madre'' di Reggio Calabria, nelle articolazioni locali dell'organizzazione malavitosa sul territorio piemontese. E' questo il quadro che emerge dalle indagini dei carabinieri di Torino che, insieme alla guardia di di finanza e con il coordinamento della procura torinese, all'alba hanno messo le manette a 150 affiliati alla 'ndrangheta nel torinese.

In cinque anni di lavoro ripercorsi nelle 2500 pagine dell'ordinanza del gip, gli inquirenti hanno tratteggiato un quadro in cui l'organizzazione malavitosa ha trovato in Piemonte un terreno fertile per crescere e svilupparsi con caratteristiche identiche a quelle calabresi. Nelle indagini sono stati documentati veri e propri rituali di affiliazione, giuramenti con il sangue e ''battesimi''.

Rinvenuto anche una sorta di decalogo del buon 'ndranghetista, un memoriale con le formule da utilizzare durante i rituali: gli affiliati giurano in nome di Garibaldi, Mazzini e Lamarmora con formule criptiche e con il sangue. Sono diversi i momenti rituali documentati dagli inquirenti e gli incontri degli affiliati nel torinese. Ogni occasione era buona per discutere o concludere affari: 138 quelle documentate dai carabinieri con video e intercettazioni tra cui anche una comunione e cinque funerali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog