Cerca

Andria: evasione fiscale e riciclaggio per 12 mln, sequestrata sala ricevimenti (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Infatti, l'esame delle prove raccolte dai finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Trani, ha consentito di disvelare la pratica diffusa della societa' di gestione di Villa Carafa di sottofatturare gli introiti derivanti dalle cerimonie nuziali. Pratica illecita confermata dalle oltre 200 persone sentite dai finanzieri, con percentuali di evasione che oscillavano tra il 40% ed il 60%. Con la complicita' di quattro direttori di banca e di un commercialista, la grande mole di denaro provento di evasione fiscale nella gestione di servizi di ristorazione, cerimonie nuziali, meeting ed eventi), dopo essere stata depositata su libretti al portatore e/o certificati di deposito intestati a persone inesistenti o a terzi estranei ed inconsapevoli, veniva successivamente messa a disposizione sui conti personali dei soci della societa' di gestione e dei rispettivi nuclei familiari.

Le provviste cosi' create sono state poi utilizzate per acquistare, direttamente oppure mediante apposite societa', immobili di pregio nel centro di Andria (in molti casi dichiarando un valore notevolmente inferiore a quello reale, come confermato da diversi venditori degli immobili), titoli e polizze assicurative oppure quote societarie. Per questo motivo i finanzieri di Bari hanno ricostruito attentamente il patrimonio delle persone coinvolte permettendo cosi' all'autorita' giudiziaria di individuare i beni da sottoporre a sequestro in ragione sia dei reati di riciclaggio e/o reimpiego di proventi illeciti accertati, sia in ragione delle recenti disposizioni di legge che hanno esteso la misura della confisca per equivalente anche ai reati tributari.

Sono stati sequestrati 138 rapporti bancari (accesi presso istituti di credito a Bari, Andria, Trani, Milano, Trieste e Stezzano (Bergamo) riconducibili a persone fisiche o giuridiche, 12 quote sociali di societa' del settore immobiliare, agricolo e del commercio al dettaglio di calzature, tutte con sede ad Andria e 23 immobili tra appartamenti, box e locali commerciali, terreni agricoli situati in Andria, per un valore commerciale complessivo di circa 12 milioni di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog