Cerca

Caso Battisti: lascia il carcere subito dopo conferma diniego estradizione

Esteri

Brasilia, 9 giu. (Adnkronos) - Cesare Battisti ha lasciato il carcere di Papuda, a una trentina di chilometri da Brasilia, cinque minuti dopo la mezzanotte di oggi (le 5.05 di questa mattina in Italia) dopo che il Supremo tribunale federale aveva respinto il ricorso dell'Italia e confermato la decisione presa da Luiz Inacio Lula da Silva poco prima della fine del suo mandato come presidente per il diniego dell'estradizione.

L'ex terrotirsta dei Proletari armati per la rivoluzione ha quindi lasciato il carcere a bordo di un'auto nera che gli era stata messa a disposizione dalla studio dell'avvocato Luiz Eduardo Greenhalgh, per raggiungere la localita' di Solar de Brasilia. Battisti, che si e' lasciato fotografare, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione ai giornalisti che lo attendevano.

Sei giudici del Supremo tribunale federale hanno votato a favore del diniego dell'estradizione, e tre contro. Battisti era stato condannato all'ergastolo in Italia dopo essere stato giudicato colpevole dell'omicidio di quattro persone. Nel 2008, il ministro della giustizia brasiliano, Tarso Genro, gli aveva concesso lo status di rifugiato politico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog