Cerca

Autostrade: Ciucci, su nuovi pedaggi ci atteniamo a manovra 2010

Altro

Roma, 9 giu. - (Adnkronos) - L'Anas si attiene alla legge vigente, cioe' la manovra economica varata nel 2010, sul fronte dell'introduzione dei nuovi pedaggi sulle tratte e raccordi autostradali in gestione diretta della societa'. A chiarirlo e' stato il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, in riferimento a notizie, diffuse nei giorni scorsi, secondo le quali lo stop del Governo alla proposta di legge presentata dalla Lega Nord per la regionalizzazione dell'Anas avrebbe riguardato anche il pedaggiamento di nuove tratte.

''L'Anas -ha evidenziato Ciucci parlando al termine di un'audizione davanti alla Commissione Lavori Pubblici del Senato- opera secondo quanto previsto dall'articolo 15 del dl 78, tuttora vigente. A quello siamo tenuti ad ispirarci''.

Si attende, dunque, ora, proprio come previsto dalla legge 122 (che ha convertito in legge il decreto 78), il varo del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che dovra' indicare le tratte che saranno assoggettate ai nuovi pedaggi. ''Credo- ha riferito Ciucci- che sia in elaborazione da parte dei ministeri competenti. Il Governo sta lavorando''. Sulla data di un possibile via libera del provvedimento, ''non sta a noi dare indicazioni'', ha risposto Ciucci rispondendo ai giornalisti. ''L'Anas- ha ribadito ancora- si attiene alla legge e cerca di operare in questa situazione nel modo piu' efficiente''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog