Cerca

Agricoltura: il suino veneto vale 160 mln di euro (2)

Economia

(Adnkronos) - Il costo di produzione del suino pesante italiano e' superiore (quasi il 20%) rispetto a quello medio europeo e, in particolare, per quanto riguarda l'alimentazione, il maggior costo ha raggiunto la soglia del 33 per cento. L'aumento dei costi di produzione, innescato dall'impennata dei prezzi delle materie prime per l'alimentazione, ha acuito una situazione gia' critica. In piu', anche molti prodotti a base di carne suina che si fregiano del riconoscimento comunitario dell'Indicazione Geografica Protetta (Igp) (per esempio Mortadella Bologna e Speck Alto Adige) sono realizzati con carne di suino proveniente dall'estero in quanto la normativa comunitaria consente che non tutte le fasi produttive siano realizzata all'interno di una determinata area geografica: in questi casi e' sufficiente la lavorazione delle carni.

La forte vocazione - specializzazione per il suino pesante e' un elemento di qualificazione della suinicoltura italiana ma, nelle condizioni attuali di mancato e di equilibrio tra offerta e domanda, risulta fortemente penalizzata, con un eccesso di offerta di suini per le Dop (circa il 30% delle cosce dei suini certificati viene destinata ad altre lavorazioni) e la banalizzazione dell'immagine dei prodotti Dop stessi dovuta alla diffusione di prodotti succedanei (prosciutti ''smarchiati''), che non consentono la necessaria valorizzazione economica del prodotto e mettono a rischio l'intera filiera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog