Cerca

Rifiuti: caso Scotti, due funzionari Gse non rispondono al gip di Milano

Cronaca

Milano, 9 giu. (Adnkronos) - Non hanno voluto rispondere all'interrogatorio di garanzia davanti al gip di Milano, Stefania Donadeo, i due funzionari del Gestore dei Servizi energetici di Roma, arrestati nei giorni scorsi nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Milano e della Procura di Pavia su un traffico illecito di rifiuti che ha portato agli arresti domiciliari anche Angelo Dario Scotti, presidente della Riso Scotti Spa, e vicepresidente della Riso Scotti Energia.

Secondo l'accusa, Franco Centili, ex funzionario della Gfe e Andrea Raffaelli, avrebbero preso una tangente di 115.000 euro, versata da Giorgio Radice, arrestato a novembre, con l'avallo di Angelo Dario Scotti. Oggi i due hanno deciso di avvalersi della facolta' di non rispondere. Per sabato prossimo, invece, e' stato fissato l'interrogatorio di Scotti. E sempre sabato verranno ascoltati altri due arrestati, il commercialista Nicola Farina e il consulente energetico Nicola Ostellino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog