Cerca

Immigrati: Regione Liguria e Comune Albenga, soluzione condivisa per arrivi domani

Cronaca

Genova, 9 giu. - (Adnkronos) - ''La Protezione civile regionale e il Comune di Albenga hanno trovato una soluzione condivisa per accogliere i 32 profughi in arrivo da Osiglia domani''. Lo comunica l'assessore della Regione Liguria alle politiche sociali e coordinatrice del piano profughi, Lorena Rambaudi dopo il rifiuto da parte del sindaco di Albenga, di utilizzare l'ex ospedale per ospitare gli immigrati.

''Inizialmente per un periodo di circa 30 giorni - spiega Rambaudi - i profughi saranno accolti presso il residence 'Al Saraceno' a Vadino, in attesa di ristrutturare le ex scuole delle Rapalline con i finanziamenti del dipartimento nazionale della Protezione civile che, nel frattempo, ha dato la sua disponibilita'''.

''L'ex ospedale di Albenga - continua Rambaudi - era stato individuato in quanto le proposte presentate dal Comune di Albenga erano state ritenute non idonee, in particolare l'edificio delle Rapalline necessitava di un adeguamento e ristrutturazione sul quale il dipartimento nazionale della Protezione civile non aveva dato risposta; viceversa l'ex ospedale di Albenga sarebbe stato ristrutturato dal privato con un investimento personale non gravando sui fondi pubblici e questo ci aveva indotto a optare per quest'ultimo''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog