Cerca

Premio Ischia a Shahzad, il corrispondente di Aki assassinato in Pakistan

Cronaca

Ischia, 9 giu. (Adnkronos) - La fondazione del Premio Ischia si è riunita oggi in seduta straordinaria e ha deciso all'unanimità di conferire il premio Ischia Internazionale speciale di giornalismo alla memoria di Syed Saleem Shahzad, il reporter assassinato a fine maggio in Pakistan.

Shahzad, corrispondente dal Pakistan di Aki - Adnkronos International, collaboratore del quotidiano la Stampa e di Asia news, è stato trovato morto il 31 maggio scorso, dopo essere stato torturato, a 150 km da Islamabad, nella provincia del Punjab.

Attento ed entusiasta, ha condotto inchieste in Pakistan e Afghanistan, dove è riuscito a intervistare diversi leader militanti. Giornalista d'inchiesta, ha realizzato reportage in Iraq, Libano e Giordania, ma anche in Iran, Siria e negli Emirati Arabi Uniti. Il 26 novembre 2006 Shahzad viene rapito, insieme al suo interprete, da un gruppo di Talebani nella provincia di Helmand, nel sud dell'Afghanistan. Lascia la moglie e tre figli.

Queste le motivazioni del premio, che ritira la moglie Anita: ''Attraverso i lanci d'agenzia, su Aki- Adnkronos International, i reportage, gli articoli sui vari quotidiani per i quali collaborava, Syad Saleem Shahzad è riuscito a far conoscere in Italia la realtà complessa di quella regione del mondo della quale è stato acuto e intrepido spettatore, tanto da pagare con la vita il suo impegno nel voler raccontare a tutti i costi la verità. Esperto di terrorismo internazionale Shahzad con le sue illuminanti analisi su realtà sociali e culturali così diverse dalle nostre, ha incarnato un modello di giornalista appassionato e coraggioso, che intendeva la professione come un'altissima missione culturale di pace''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog