Cerca

Catania: Scapagnini su processo cenere vulcanica, ho agito per difendere Comune

Cronaca

Catania, 9 giu. (Adnkronos) - Il parlamentare del Pdl ed ex sindaco di Catania, Umberto Scapagnini, ha rilasciato dichiarazioni spontanee alla Corte d'Appello del capoluogo etneo nell'ambito del processo in cui e' imputato per i contributi previdenziali concessi dalla sua giunta ai dipendenti del comune, tre giorni prima delle amministrative del 2005, per i danni da cenere vulcanica.

Scapagnini in un memoriale ha spiegato le motivazioni della delibera sostenendo che quest'ultima "era volta ad evitare innumerevoli azioni risarcitorie da parte degli impiegati comunali. Posso anche avere involontariamente commesso degli errori -ha detto il medico personale di Silvio Berlusconi- ma sono certo di essere stato ispirato dall'interesse pubblico e questa e' stata la forza morale con la quale ho trasmesso agli assessori la mia decisione. Con assoluta serenita' -ha aggiunto- che ne' io, ne' alcuno dei miei assessori abbiamo mai pensato o dialogato su possibili impedimenti relativi al periodo particolarmente prossimo alle elezioni".

Nella precedente udienza il sostituto procuratore generale Domenico Platania ha chiesto l'assoluzione per violazione della legge elettorale e condanna ad 8 mesi per abuso d'ufficio per gli imputati del processo. Scapagnini, in primo grado, e' stato condannato a 2 anni e 6 mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog