Cerca

Delitto Olgiata: giudizio immediato per Manuel Winston Reyes (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Sempre per quanto riguarda la presenza delle macchie di sangue, secondo gli investigatori la traccia del sangue di Reyes deriva dal fatto che mentre strangolava la contessa si era abraso un gomito che poi ha rilasciato il sangue sul lenzuolo. Lenzuolo che, praticamente, era tutto intriso di sangue e che come si e' detto al momento della scoperta del delitto avvolgeva il corpo della vittima.

Attraverso un metodo di indagine sofisticato gli investigatori del Ris, servendosi anche di un manichino sono riusciti a riavvolgere il lenzuolo nella stessa maniera in cui avvolgeva il corpo della contessa facendo combaciare punto per punto le macchie. Di queste ne sono state prese in esame ben 51 ma soltanto due come si e' detto hanno indicato che Reyes poteva essere il responsabile del delitto.

Ricostruendo poi le ragioni dell'uccisione gli investigatori che oltre al colonnello Ripani sono il colonnello Lorenzo Sabatini comandante del nucleo investigativo e il comandante Bruno Bellini della sezione omicidi dei carabinieri di via in Selci, ritengono che Reyes il giorno del fatto sia entrato nella villa dell'Olgiata non solo per riavere, come ha detto, il posto di lavoro ma anche per rubare i gioielli della contessa e questo potrebbe essere stato uno dei motivi che, essendo stato scoperto, lo hanno portato all'aggressione. Dei gioielli non e' stata mai piu' trovata traccia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog