Cerca

Torino: giovani Csa, contro di noi attacco squadrista

Cronaca

Torino, 9 giu. - (Adnkronos) - ''Un attacco di tipo squadrista, vile, di chi non ha altro modo per farsi notare''. Cosi' all'indomani del blitz degli esponenti della Giovane Italia nel centro sociale dei Murazzi, sulle rive del fiume Po, i giovani che gestiscono il Csa, il centro sociale autogestito, ricevuto in comodato d'uso dal Comune a fine anni '80, commentano l'accaduto.

''Sui muri sono state fatte scritte ingiuriose, e' stata forzata la porta, una cassa stereo e' stata rotta - aggiungono - ci chiediamo come sia possibile che in una citta' con tanti problemi sociali come ha Torino questo sia l'unico modo che qualcuno utilizza per ottenere un po' di visibilita', distruggere un luogo simbolo della realta' antagonista. Vogliamo che sia fatta chiarezza - concludono - quello che e' certo e' che non cambiera' il nostro modo di gestire questo spazio''.

Sull'episodio prende posizione anche l'Anpi che in una norta firmata da Diego Novelli, sottolinea ''il provocatorio episodio avvenuto ieri ai Murazzi non puo' essere sottaciuto, poiche' e' destinato ad alimentare in citta' un clima di violenza in un momento gia' particolarmente teso per altre ragioni'', mentre per la Fds, Juri Bossuto commenta: ''si tratta di una clamorosa contraddizione da parte di chi si definisce protettore di legalita' e poi compie atti che non mi paiono andare in questa direzione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog