Cerca

Guzzanti torna in pista su Sky: ''Faremo satira anche dopo Berlusconi''

Spettacolo

Roma, 9 giu. (Adnkronos/Ign) - "Continueremo a fare satira anche dopo la fine di Berlusconi". Così Corrado Guzzanti fa il punto sul futuro della satira dopo l'ipotetica uscita di scena del presidente del Consiglio durante la presentazione di 'Aniene' lo speciale ideato e realizzato per Sky Uno che andrà in onda domani alle 21,10.

L'idea che la satira sia ispirata dalla figura del premier per Guzzanti "fa parte dell'impostazione della destra - ha detto Guzzantio interpellato dall'ADNKRONOS - che divide il mondo tra berlusconiani e antiberlusconiani senza prevedere una terzietà. Io ho fatto satira prima di Berlusconi, ai tempi di Craxi, e continuerò anche dopo. E poi non sono così sicuro che dopo la parabola discendente non ci possa essere una risalita". La fine dell'era berlusconiana, per il comico, "è ancora tutta da vedere".

"D'altra parte -continua Guzzanti- bisognerà capire cosa succederà nella destra eventualmente orfana di Berlusconi. Penso che per la satira sarebbe anche meglio: negli ultimi anni alcuni toni sono stati eccessivamente furiosi perche' l'indignazione su alcune cose ha spinto la satira a perdere la sua funzione. Continueremo, comunque -ribadisce Guzzanti- a fare satira allegramente".

Scritto con Andrea Purgatori e la consulenza di Pietro Galeotti per la regia di Maurizio Cartolano, 'Aniene' segna il ritorno in tv di Corrado Guzzanti. Attraverso personaggi nuovi l'attore mette in scena l'Italia di oggi, con le sue derive e le sue tante incongruenze. ''In tutto andranno in scena una decina di personaggi in un gioco narrativo leggero'', racconta Guzzanti.

Si va dal massone circondato dal lusso e da una serie di belle ragazze in bikini a un uomo avanti negli anni, bisognoso delle cure di un badante, che ricorda Licio Gelli, fino al supereroe Aniene, mandato dal cielo al quale si chiede di cambiare il mondo.

"L'idea di questo speciale- ha spiegato Guzzanti- è nata dopo un lungo dialogo con Sky. Un progetto che ha preso corpo grazie alla grande libertà che mi ha offerto Sky. E che potrebbe diventare un programma fisso anche per la stagione prossima. Vorrei fare qualcosa di diverso, magari realizzando una parte di satira e una di fiction. Ma non ho voglia di fare uno show. E poi e' tutto da vedere e da considerare".

A fare da spalla alla satira di Guzzanti sara' l'amico di sempre Marco Marzocca, con cui sono nate diverse collaborazioni in questi anni di attivita' televisiva e teatrale e Max Paiella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog