Cerca

Referendum: da Migliori (Pdl) appello all'astensionismo consapevole

Politica

Firenze, 9 giu. - (Adnkronos) - ''Caro elettore del centrodestra, sul referendum di domenica prossima ti invito ad un'astensione consapevole''. E' in sostanza questo il messaggio che il vicecoordinatore vicario del Pdl in Toscana on. Riccardo Migliori rivolge all'elettorato di centrodestra in vista della tornata referendaria del prossimo fine settimana.

''Al grido di 'Al referendum non votare e' un diritto' di dalemiana memoria - era il 1993 e l'Italia si esprimeva sull'art. 18 dello statuto dei lavoratori'', Migliori passa in rassegna i motivi per i quali auspica il mancato raggiungimento del quorum del 50%. Il primo e' generale: ''Non andro' a votare - afferma - perche' non voglio un'Italia meno europea, meno moderna, meno libera, meno produttiva, meno razionale, meno competitiva, meno prospera''.

Poi, punto per punto a partire dall'acqua. ''Bene pubblico, certo e' vero. Si' ma la gestione? Anche a Cuba - ricorda Migliori - vigono sistemi pubblico-privati di gestione. Vogliamo mandare a casa 40mila dipendenti delle aziende idriche? Vogliamo che nessuno sia piu' in grado di investire per 2 miliardi l'anno nella ristrutturazione della rete idrica che oggi perde il 35% dell'acqua e che va totalmente depurata? Oppure vogliamo che lo Stato sia costretto a maggiori prelievi fiscali per poi gestire con la partitocrazia (come fa con la sanita') i ''Comitati popolari di gestione''?'' (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog