Cerca

Caso Battisti: Lega Nord Toscana, rivedere la cooperazione con il Brasile (2)

Politica

(Adnkronos) - Per Gambetta Vianna, ''Battisti ha avuto la fortuna di non aver avuto a che fare con lo Stato d'Israele, altrimenti il Mossad sarebbe stato ad aspettarlo fuori dal Tribunale e gli avrebbe dato una liberta' diversa da quella che ha avuto''. Ma per il capogruppo del Carroccio in Regione la colpa e' anche della Francia, Paese che ''da' asilo politico agli assassini''. Staccioli, invece, vede ''il rischio di trovare un escamotage per far ripartire il terrorismo, visto che i terroristi possono vivere liberamente in alcuni Stati''.

La liberazione di Battisti ''e' un'ingiustizia verso le famiglie delle vittime, verso le vittime che con questa sentenza vengono uccise per la seconda volta e verso Alberto Torreggiani che e' costretto alla sedia a rotelle. La Giustizia italiana ha fatto il suo corso, ma la decisione della Corte Suprema brasiliana puo' spingere le famiglie a farsi giustizia da sole. Mi auspico che il nuovo presidente Dilma Rousseff permetta una rivalutazione del caso giungendo a una sentenza piu' giusta e democratica''.

Ma, per i due esponenti della Lega, ''si e' creata, per colpa del Brasile, una netta frattura che ci deve far riflettere, anche per quanto riguarda gli accordi tra il nostro Paese e quello sudamericano. Anche la Regione Toscana, attraverso l'Apet, da' soldi al Brasile e, percio', deve rivalutarne la cooperazione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog