Cerca

'Ndrangheta: Boeti (Pd), estraneo a inchiesta pronto a dimettermi

Cronaca

Torino, 9 giu. - (adnkronos) - ''Sono completamente estraneo alle vicende che hanno portato all'arresto di esponenti della ndrangheta calabrese in Piemonte nella operazione Minotauro. Non ho ricevuto alcun atto giudiziario che possa far pensare a un mio coinvolgimento nell' inchiesta, e sono disponibile in qualunque momento a essere sentito dall'autorita' competente''. Cosi' in una nota il consigliere regionale del Pd, Nino Boeti, che aggiunge:''non ho mai fatto niente di illegale nella mia vita, ne in quella professionale, ne' in quella politica''.

''Non potevo immaginare che una persona che conosco da trentanni e che non avevo motivo di ritenere non fosse un uomo onesto, potesse essere un esponente di quel fenomeno criminale che soffoca il sud del paese e che evidentemente cerca di fare altrettanto con il territorio in cui viviamo con le nostre famiglie'', prosegue sottolineando che ''quello che mi ferisce soprattutto e' che i cittadini possano pensare che la politica sempre e comunque corruzione e profitto, e non viceversa, come stato per me in questi 20 anni, passione civile, impegno per gli altri, speranza e progetti collettivi per il futuro''.

''Per questo ho rimesso nelle mani del mio segretario regionale, Gianfranco Morgando il mio incarico di consigliere regionale - conclude - pronto a rassegnare le dimissioni se il partito al quale appartengo dovesse avere il minimo dubbio sulla mia onesta' e sulla mia correttezza''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog