Cerca

Calcio: Scommesse, Lega propone tetto a puntate no dei concessionari

Sport

Roma, 9 giu. - (Adnkronos) - Opposizione decisa dei concessionari di scommesse contro la bozza di emendamento presentata da alcuni parlamentari della Lega al dl sviluppo, che intenderebbe limitare a 2000 euro la puntata per la rete degli operatori italiani. "Un provvedimento del genere non farebbe che rendere piu' arduo il compito degli operatori autorizzati, con una possibile e paradossale spinta dei giocatori verso i siti illegali che sono la vera causa del problema". E' quanto ha dichiarato Paolo Di Feo, Amministratore di Bwin Italia. Sulla stessa linea, come si legge su Agipronews, anche Valerio Retico, presidente del Corgip, consorzio che riunisce oltre venti societa' concessionarie.

"L'inchiesta di Cremona ha evidenziato come i movimenti di gioco fossero indirizzati su siti offshore o comunque non autorizzati in Italia, che sarebbero gli unici ad avere un vantaggio dalla limitazione delle giocate sulla rete regolare: se lo scommettitore non puo' giocare da noi va su reti parallele". Netto il commento di Enea Ruzzettu, dd di Intralot Italia, che ha dichiarato: "E' giusto pensare a intensificare i meccanismi preventivi e anche repressivi, ma indirizzandoli verso il gioco irregolare. Non si combatte il contrabbando di sigarette vietandone o limitandone la vendita, ma arrestando i contrabbandieri. Dall'inchiesta di Cremona risulta che non un euro e' passato dalla rete di accettazione autorizzata in Italia. Serve focalizzarsi sui problemi reali: in questo senso e' apprezzabile l'intervento del sottosegretario Giorgetti che ha centrato il bersaglio, i problemi non nascono certo dai concessionari autorizzati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog