Cerca

Energia: E&Y, Cina primo mercato mondiale delle rinnovabili, Italia quinta (3)

Economia

(Adnkronos) - ''La situazione delle energie rinnovabili in questo trimestre -commenta Andrea Paliani, partner Ernst & Young Settore Energy- e' stata indubbiamente molto confusa. Gli eventi mondiali hanno impattato fortemente sull'atteggiamento dei paesi nei confronti delle energie rinnovabili. In Giappone, in Medio Oriente e in diversi paesi in via di sviluppo sono, infatti, aumentati gli incentivi a loro favore. Nonostante l'Europa abbia perso un po' di entusiasmo principalmente a causa della crisi economica, il bisogno per i paesi di diversificare l'offerta energetica e rassicurare sui metodi di erogazione dell'energia, e' sinonimo di una ancor solida struttura di mercato''.

Gli indicatori per settore, si sottolinea nel rapporto di Ernst & Young, risultano disallineati per questo trimestre. Le azioni del settore dell'energia solare, nella situazione finanziaria attuale, sembrano resistere piu' di quelle dell'eolico o delle biomasse, guadagnando il 40% da maggio 2010 nonostante le riduzioni dei Feed In Tariff in Europa. Il prezzo delle azioni dell'eolico comincia ultimamente a far registrare trend di crescita dopo una perdita del 20% nello stesso periodo anno su anno.

Per il solare, continua Paliani, "si presentano grandi sfide e allo stesso tempo grandi opportunita'. Per le aziende del settore, questo e' il momento giusto per restare concentrati sulla riduzione dei costi, sull'efficienza della supply chain e sulla gestione del rischio e dei capitali. E' fondamentale che i governi superino il pregiudizio sugli esagerati costi dell'energia rinnovabile dal momento che assistiamo continuamente a risparmi dovuti ai miglioramenti nell'efficienza produttiva, nella catena del valore e nella tecnologia. Nell'intento, da parte di governi e istituzioni, di ottimizzare il mix energetico, il solare giochera' un ruolo chiave in qualsiasi politica energetica sia a livello di paese che di azienda''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog