Cerca

Costa Crociere: nel 2010 impatto di oltre 2 miliardi su economia italiana (2)

Economia

(Adnkronos) - Per quanto riguarda le spese dirette, si e' calcolata anche la ricaduta sui porti. Il valore totale e' di 28 milioni di euro e il porto piu' valorizzato e' quello di Venezia, con entrate pari a 10,3 milioni di euro, seguito da Savona con 5,5 milioni di euro, da Civitavecchia 4,3 milioni di euro e da Napoli, con 2,2 milioni di euro.

Inoltre, lo studio ha stimato le spese sostenute per la flotta, ossia circa 110 milioni di euro per la manutenzione delle navi gia' in servizio e quasi 320 milioni di euro per la costruzione di nuove navi. Un altro punto dell'indagine e' l'impatto occupazionale generato dal gruppo. Secondo le stime si tratta di 12.300 lavoratori, di cui 3.600 impiegati direttamente dal gruppo e 8.700 occupati nelle catene di fornitura e per gli operatori di servizi turistici.

Costa Crociere ha chiuso il bilancio 2010 con un fatturato in crescita del 12,1%, rispetto al 2009, circa 3 miliardi di euro, con un totale di 2,15 milioni di passeggeri, in rialzo del 18%. Una crescita che interessa tutta l'Europa. Infatti, secondo i dati dell' 'European Cruise Council', l'associazione delle principali compagnie europee, nel 2010, 5,5 milioni di europei hanno scelto la crociera, con un aumento del 10% circa rispetto all'anno precedente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog