Cerca

'Ndrangheta: inquirenti Torino sentiranno i 150 arrestati, poi i politici (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Ieri il procuratore capo di Torino, Giancarlo Caselli, aveva parlato di ''persone delle istituzioni che intrattengono abitualmente proficui rapporti con personaggi riconducibili ad ambienti mafiosi di cui questa inchiesta restituisce un quadro inquietante".

E di ''contatti'' o, come la definisce il gip nell'ordinanza, ''l'intenzione e la capacita' di affiliati della 'ndrangheta di volere incidere sulle attivita' e rappresentanze politiche locali'', le pagine dell'ordinanza ne raccontano parecchi, soprattutto in prossimita' di scadenze elettorali che riguardano trasversalmente diverse forze politiche. Intanto in queste ore si moltiplicano le prese di distanza delle persone chiamate in causa che rivendicano la loro completa estraneita' alle vicende oggetto dell'indagine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog