Cerca

Libia: arrestato voleva uccidere Shalgam (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Secondo quanto sostiene il giudice che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, il gip Luca Semeraro, Nuri Ahusain, oltre ad aver piu' volte minacciato anche di morte alcuni suoi concittadini sostenitori della rivolta in Libia, avrebbe manifestato l'intenzione di voler uccidere l'ex ministro degli esteri del regime del Rai's in una telefonata intercettata il 29 maggio, quando Abdulrahman Shalgam si trovava a Roma.

Proprio per i legami organizzativi e strumentali con la Libia, l''associazione a delinquere assume nell'inchiesta carattere transnazionale, che in termini giuridici, si traduce in un aggravante per l'arrestato, a cui vengono contestati anche i reati di associazione a delinquere e violenza privata aggravata continuata, invasione di edifici e minacce. L'indagine e' tuttora in corso, perche' va ancora individuato l'uomo che avrebbe aiutato il commando a penetrare all'interno dell'ambasciata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog