Cerca

Ambiente: Raimondi, al via in Lombardia progetto per monitoraggio terreni

Cronaca

Milano, 9 giu. - (Adnkronos) - "La Lombardia e' la prima regione in Europa a dotarsi di un metodo innovativo e rivoluzionario per il monitoraggio della qualita' dei suoli. Si basa infatti su un approccio olistico, che considera e analizza cioe' un insieme significativo di componenti ambientali (sostanze chimiche, biologia del suolo attraverso l'esame di batteri, funghi, macroinvertebrati e lombrichi, possibili mutazioni del Dna del trifoglio), tale per cui, ad esempio, sara' quasi impossibile coltivare prodotti contaminati". Lo comunica Regione Lombardia.

Le caratteristiche del progetto 'Soil', finanziato da Regione Lombardia e Centro ricerche della Commissione europea con 1,5 milioni di euro, sono state illustrate nel corso di un seminario cui ha partecipato l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e reti Marcello Raimondi. "Si tratta di un approccio unico nel suo genere - ha spiegato Raimondi - che aggiunge alla tradizionale e comprovata analisi chimico-fisica di suoli, anche l'analisi biologica. Restituire ai cittadini un suolo sempre meno inquinato e piu' sicuro, soprattutto quando si tratta di terreni agricoli, e' infatti non solo una delle nostre priorita', ma anche un nostro dovere".

In Lombardia nell'ultimo decennio il consumo di suolo e' aumentato in maniera piu' rapida che in altre regioni. Dal 1999 al 2007 le aree agricole sono diminuite di 43 mila ettari, e cioe' di un 4% rispetto alle superfici agricole totali in regione. Nello stesso periodo le aree urbanizzate sono cresciute del 11% sul territorio regionale. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog