Cerca

Atac: Alemanno, non ridurre la questione a gossip

Cronaca

Roma, 9 giu. - (Adnkronos) - ''Il nostro obiettivo e' giungere al pareggio di bilancio dell'Atac nel 2015. Credo il piano industriale elaborato dall'amministratore delegato di Atac, Carlo Tosti e da tutto il management dell'azienda rappresenti una strada verso il risanamento". Cosi' il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e' intervenuto in Campidoglio chiudendo i lavori dell'Assemblea capitolina che oggi si e' riunita per discutere del futuro dell'Atac e che sta votando gli ordini del giorno.

"Dobbiamo fare uno sforzo perche' il tema dell'Atac non venga banalizzato e ridotto a gossip o a problemi d'inchiesta - ha aggiunto - ma a problemi di una grande realta' industriale che va valorizzata. Dentro quest'azienda c'e' la forza per rispondere ai crescenti problemi di mobilita' di Roma e al crescente bisogno di trasporto pubblico. Questo piano industriale e' una proposta aperta; non siamo di fronte a certezze assolute. Chi ha proposte o idee alternative, rispetto al risanamento, lo faccia. O nel cda che e' rappresentativo del dinamismo di questa citta' o nella commissione competente".

Alemanno si rivolge a Renata Polverini: ''E' una vera montagna di denaro quella che deve essere incassata da parte della Regione Lazio''. E fa anche un appunto sulla valorizzazione del patrimonio immobiliare che potrebbe portare nelle casse dell'azienda circa 400 milioni. ''Non comprendo le osservazioni che dicono di separare le delibere sugli immobili. Non ci sono sostanziali rischi urbanistici". L'ultimo appello all'aula: ''qui non siamo a risanare problemi degli ultimi mesi o degli ultimi anni, ma risaniamo un problema strutturale. Invito assemblea a dare certezze ai cittadini e a votare le delibere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog