Cerca

Toscana: Targetti, per scuola dell'infanzia opereremo in sinergia con i Comuni (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Nello specifico, le scuole che lamentano carenza di sezioni non dovranno piu' rivolgersi alla Regione, come avvenuto finora. Saranno i Comuni, invece, a comunicare alla Regione le esigenze che emergono sul loro territorio e sempre i Comuni dovranno compartecipare, nelle misure che di volta in volta saranno definite, alle spese da sostenere per la creazione delle nuove sezioni di scuola dell'infanzia.

''Abbiamo inviato una lettera ai Comuni'', ha aggiunto Targetti, ''per chiedere loro che entro giugno ci comunichino le loro ipotesi di soluzione. In questo senso le opzioni possibili sono tre: procedere al cofinanziamento di una sezione nella scuola dell'infanzia statale, avviare una scuola comunale dell'infanzia oppure fare ricorso al privato-sociale''.

Le priorita', ha concluso, saranno date alle sezioni gia' attivate con i finanziamenti regionali, alle realta' territoriali piu' fragili e alle realta' dove le liste di attesa risulteranno piu' numerose. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog