Cerca

Carceri: a Rieti i detenuti incontrano le vittime dei reati

Cronaca

Roma, 10 giu. (Adnkronos) - Un dialogo fra detenuti e vittime di reati. E' questo il senso del Progetto Sicomoro, i cui risultati sono stati presentati oggi al Teatro del Carcere di Rieti. Il progetto di giustizia riparativa e' stato realizzato presso la Casa circondariale di Rieti dall'Associazione Prison Fellowship Italia, federata alla Prison Fellowship International, un'organizzazione cristiana a sostegno dei detenuti operante in 117 Paesi al mondo con 100mila volontari e 500 dipendenti.

A partire dal 9 aprile e per le otto settimane successive, sei detenuti - si legge in una nota dell'associazione - hanno incontrato quattro vittime o familiari di vittime che avevano subito crimini analoghi. I partecipanti hanno analizzato e discusso i concetti di responsabilita', confessione, pentimento, perdono, riparazione e riconciliazione. Al centro del progetto - gia' sperimentato al carcere Opera di Milano - il concetto di giustizia riparativa: per i detenuti e' un'occasione di riscatto morale e di recupero della propria dignita' e per le vittime una possibilita' di liberazione dalle catene della rabbia e dell'odio.

Col termine giustizia riparativa si fa riferimento a un nuovo e diverso modo di fare giustizia che si pone come obiettivo primario quello di ristabilire il diritto attraverso la riappacificazione sociale delle parti in contrasto. "E' necessario lavorare per una modifica legislativa che porti all'istituzione di misure detentive alternative perche' un carcere piu' 'aperto' e' un carcere piu' sicuro", ha dichiarato Marcella Reni, presidente di Prison Fellowship Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog