Cerca

Referendum: deputata Pd querela Grillo, non potevo votare su accorpamento

Politica

Bari, 10 giu. - (Adnkronos) - La deputata pugliese del Partito Democratico, Cinzia Capano, ha riferito di aver dato mandato ai suoi avvocati di promuovere una querela nei confronti di Beppe Grillo che, ieri sera, nella trasmissione 'Anno Zero', su Rai Due, ha rivolto a lei e ad altri parlamentari l'accusa di essere stata assente in aula in occasione del voto sulla mozione presentata al Governo per accorpare il voto sul referendum a quello amministrativo. La Capano, quel giorno, e' scritto in una nota, ''era stata ricoverata d'urgenza al San Giovanni di Roma a causa di un malore'', legato a una patologia.

''Il signor Grillo - spiega Capano - aveva la possibilita', oltre che l'obbligo, di verificare tale circostanza prima di muovere accuse infamanti. Tanti cittadini in quei giorni mi hanno scritto per chiedermi il motivo della assenza e per scusarsi dopo averne appreso le ragioni. Una elementare pratica di civilta' che spiace non sia seguita da chi ha tanta influenza sulla rete e da chi si pone nei confronti dei cittadini come tutore della verita' e della corretta informazione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog