Cerca

Bologna: anziani truffati di un milione e mezzo, padre e figlia arrestati da Gdf

Cronaca

Bologna, 10 giu. (Adnkronos) - Due truffatori bolognesi, padre e figlia, sono stati arrestati in flagranza di reato dai militari della Guardia di Finanza di Faenza al termine dell'inchiesta battezzata ''Bella vita''. In base all'accusa in 11 anni i due hanno truffato circa un milione e mezzo di euro a una coppia di anziani residenti nel Ravennate facendo appunto una vita da nababbi. L'indagine e' cominciata lo scorso marzo quando le vittime hanno sollecitato il loro promotore finanziario di Castel Bolognese (Ravenna) a disinvestire l'ennesima somma di denaro. Alla richiesta del professionista di una spiegazione dei tanti disinvestimenti, i due anziani hanno riferito di avere bisogno di denaro contante per pagare sanzioni comminate dalla Guardia di Finanza e gli hanno mostrato dei modelli F23 che il promotore ha sospettato fossero falsi. Per questo li ha inviati a rivolgersi alle fiamme gialle facendo di fatto partire l'inchiesta.

I due anziani hanno cosi' raccontato la loro storia cominciata nel 2000 e hanno spiegato di aver affidato i loro risparmi a un uomo (che li ha truffati) che era stato presentato loro da un amico. Inizialmente gli avevano consegnato circa 700mila euro con la prospettiva di un ottimo guadagno. E successivamente l'uomo aveva chiesto loro altro denaro giungendo cosi' a una cifra intorno al milione. Alla richiesta di restituire il capitale, il truffatore ha raccontato alle vittime di aver subito ingenti perdite e li ha invitati a pazientare perche' li avrebbe rimborsati facendo rimpatriare un'ingente somma di denaro che a suo dire aveva a Malta. Il rimpatrio del denaro ovviamente non era andato a buon fine perche' la Guardia di Finanza dell'aeroporto di Malpensa glielo aveva sequestrato non avendolo dichiarato in dogana. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog