Cerca

Proprieta' industriale: Provincia Siena, a rischio modifica al Codice (2)

Economia

(Adnkronos) - ''L'emendamento - spiega Scarpelli - se confermato, consentira' alle pmi che, prima dell'entrata in vigore nel nostro Paese della Direttiva 98/71/CE avevano legittimamente prodotto e commercializzato opere divenute di pubblico dominio, di proseguire la loro attivita'. Se il governo scegliesse di fare marcia indietro, solo in Val d'Elsa sono a rischio chiusura decine di imprese con la conseguente e drammatica perdita di posti di lavoro. Stiamo parlando di un comparto produttivo rilevante per l'economia provinciale e per il Paese, che crea ricchezza e porta la bandiera del ''Made in Italy'' nel mondo. Non si tratta di contraffattori, ma imprenditori e artigiani che producono nella legalita', come confermato dalla sentenza della Corte di Giustizia. Tornare indietro, come ha detto ieri l'assessore regionale Simoncini, vorrebbe dire fare un regalo alle multinazionali del design a scapito di tante imprese che fanno prodotti di qualita', pagano royalties a progettisti e designer e investono in ricerca e innovazione''.

''La posizione della maggioranza, e in particolare della Lega Nord - conclude l'assessore provinciale alle attivita' produttive - e' inaccettabile e a servizio di alcune grandi multi nazionali del nord Italia, alla faccia del federalismo e della difesa dei territori. Chiediamo al governo di mantenere gli accordi presi in questi mesi e di sottrarsi ad una logica di ricatto che non tutela l'economia e i posti di lavoro''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog