Cerca

Bnl-Unipol, il gup di Milano: ''Fassino deve essere risarcito per danni morali''

Cronaca

Milano, 10 giu. (Adnkronos) - L'ex segretario dei Ds Piero Fassino deve essere risarcito dall'imprenditore Fabrizio Favata per la vicenda del 'passaggio di mano' della telefonata tra lui e Giovanni Consorte in cui diceva ''abbiamo una banca''.

E' quanto ha stabilito questa mattina il gup di Milano Stefania Donadeo, che ha condannato Favata a due anni e quattro mesi e al risarcimento dei danni morali per 40.000 euro a favore dell'attuale sindaco di Torino.

Fassino si era costituito parte civile nel processo a carico di Favata ed è anche parte civile in quello, con rito ordinario, a carico di Paolo Berlusconi, editore de 'Il Giornale' che pubblicò l'intercettazione, che comincerà il prossimo 4 ottobre.

Per il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini, la sentenza del gup di Milano è la prova che Fassino ''fu oggetto di una vergognosa campagna di stampa attraverso un uso inquietante di intercettazioni, ottenute in circostanze misteriose e tutte ancora da chiarire''.

Dello stesso parere Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Pd al Senato, che commenta: ''La serietà e l'onestà di Fassino sono sempre state sotto gli occhi di tutti. Oggi si mette fine ad un tentativo grave e meschino di infangare l'immagine di Piero ".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog