Cerca

Fincantieri: operai a Napolitano, Italia non deve perdere patrimonio eccellenza

Economia

La Spezia, 10 giu. (Adnkronos) - ''Crediamo che questo patrimonio appartenga al nostro paese, e che l'Italia non possa, non debba rinunciare, nemmeno in parte, a questa eccellenza proprio nel momento in cui si fa cosi' difficile la competizione con altri paesi in Europa e nel mondo''. E' questo uno dei passaggi della lettera consegnata al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano da una delegazione di operai di Fincantieri che ha raggiunto il capo dello Stato al ristorante Iseo di Portovenere (La Spezia).

''Caro Presidente - si legge nella lettera - abbiamo deciso di rivolgerci a Lei perche' rappresenta tutti gli italiani e perche', cosa di cui La ringraziamo di cuore, ha sempre dimostrato una grande e non comune sensibilita' per i problemi del lavoro e per le condizioni di chi lavora. Sappiamo, e anche di questo La ringraziamo, che la situazione molto difficile che si e' determinata per la cantieristica italiana, e in particolare per la nostra azienda, la Fincantieri, e' stata e resta alla Sua attenzione. Non ci soffermeremo dunque piu' di tanto a illustrarLe problemi che Lei certamente conosce bene. Il ritiro del piano Fincantieri che prevedeva la chiusura di cantieri con drastiche riduzioni dell'occupazione e' un primo risultato molto importante della nostra azione e dell'iniziativa di tutti i soggetti che l'hanno sostenuta''.

''Naturalmente - aggiungono gli operai il futuro della cantieristica italiana e delle nostre fabbriche resta tutto da scrivere. E' decisivo, a questo proposito, l'impegno forte e costruttivo del Governo, oltre che del management dell'azienda. Vogliamo condividere con Lei solo due considerazioni. Noi ci battiamo prima di tutto per il nostro lavoro, per le nostre vite, le nostre famiglie. Ma crediamo che questa battaglia abbia anche un valore piu' grande perche' grande e' il patrimonio di competenze, di professionalita', di ''saper fare'' che in tanti decenni e' stato accumulato nelle nostre fabbriche: dai nostri cantieri sono uscite, e continuano a uscire, le piu' belle navi della storia della navigazione''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog