Cerca

Firenze: Bini, formazione e semplificazione per rilanciare lo sviluppo (2)

Economia

(Adnkronos) - La presidente della commissione Sviluppo economico ha spiegato che il Prs ''guarda all'idea di distretti industriali di settore, trainati da aziende di eccellenza; punta a finanziare progetti in maniera mirata per far fonte alla diminuzione delle risorse pubbliche, a promuovere la ricerca e l'innovazione, e ad affrontare i nodi della semplificazione burocratica, dell'accesso al credito e dell'adeguamento delle infrastrutture''.

Caterina Bini ha anche ricordato la revisione della legge sull'imprenditoria giovanile, che finora e' stata vincolata ai soli contenuti dell'innovazione, e l'avvio della discussione sulla legge sulla competitivita'. ''Si tratta di due provvedimenti'', ha concluso, ''che potranno dare un contributo importante alle politiche attive per lo sviluppo della Toscana''.

Gli interventi delle istituzioni e delle categorie economiche e sociali hanno evidenziato la necessita' di azioni mirate a favore della piccola e medie impresa, la piu' colpita dai morsi delle crisi. Tra le priorita' individuate: la formazione, la semplificazione burocratica, l'accesso al credito. La formazione, in particolare, e' stata chiamata in causa anche a proposito della ripresa occupazionale: servono progetti, e' stato detto, per riqualificare i lavoratori in cassa integrazione, ma servono interventi anche sulle scuole e sulle agenzie formative che, con i loro corsi, spesso non rispondono ai bisogni del mondo produttivo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog