Cerca

Scuola: Uil, a Catania vacanza senza assistenza in sedici istituti

Cronaca

Catania, 10 giu. - (Adnkronos) - ''Le nuove linee guida dell'assessorato alle Politiche sociali del Comune di Catania puntano a smantellare un servizio fondamentale per le molte, troppe periferie di questa citta'. Con la chiusura delle scuole mille ragazzi saranno privati di un'attivita' essenziale''. Lo afferma la Uil Fpl sottolineando che "rischiano il proprio posto quattrocento lavoratori che gia' scontano, a causa del Comune, ritardi da gennaio nella corresponsione degli emolumenti''.

''Il Comune di Catania - spiega la Uil Fp - vuole oggi assicurare la copertura di appena due ore giornaliere per tre giorni lavorativi infrasettimanali. Finora - aggiungono dal sindacato - i sedici istituti prestano il proprio puntuale servizio per un costo giornaliero di 28 euro pro capite per otto ore continuative, incluso il domenicale e il festivo, garantendo attivita' didattica, di mensa, doposcuola e spazio ludico ricreativo. Tutto cio', peraltro, contrasta con le linee guida regionali''.

La Uil Fpl chiede alla giunta comunale di ''mantenere nei sedici presidi socio-assistenziali stessa retta e stesso orario giornaliero con un ampliamento del 20 per cento della quota in carico al singolo istituto''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog