Cerca

Finanza: Moody's, si apre spiraglio in Italia per quella strutturata

Finanza

Milano, 10 giu. (Adnkronos) - Dopo tre anni di mercato bloccato, sembra che si possa tirare un sospiro di sollievo e aspettarsi che le operazioni italiane di cartolarizzazione rivolte agli investitori aumentino. E' quanto emerge dall'incontro organizzato a Milano da Moody's, per presentare le analisi sulla finanza strutturata in Europa e in particolare in Italia. Michelangelo Margaria, vice president senior credit officier di Moody's, sottolinea come "buona parte delle operazioni degli ultimi 12 mesi non sono andate sul mercato".

Il report che riguarda il settore dei prestiti al consumo, il leasing e i mutui residenziali in Italia nel 2010, da' un complessivo giudizio negativo, ma sembra che per il 2011 ci si possano aspettare dei miglioramenti. Valentina Varola, senior analyst dell'agenzia di rating, sottolinea come il quadro italiano sia negativo, ma "non completamente". Varola aggiunge che "stiamo ancora uscendo dal tunnel della crisi". Per quanto riguarda i prestiti al consumo (Consumer Loan ABS), Moody's traccia il quadro di un settore "meno attivo rispetto all'anno precedente, anche se non mancano dei segnali promettenti".

Nel caso del leasing, l'agenzia evidenzia il rischio che la "lenta ripresa economica non riuscira' a frenare il numero crescente di fallimenti di imprese". Per quanto riguarda i mutui residenziali (RMBS), Moody's sottolinea come "le performance italiane sono basse e spesso al di sotto della media del mercato". Contemporaneamente, l'agenzia rileva un maggiore supporto da parte del governo ai privati cittadini debitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog