Cerca

Roma: Alberti (Fds), non si puo' biasimare Muti

Spettacolo

Roma, 10 giu. - (Adnkronos) - "Come biasimare il maestro Riccardo Muti dall'aver declinato l'offerta di diventare cittadino onorario di Roma? D'altra parte, una personalita' di cosi' grande spessore culturale, avrebbe mai potuto accettare la cittadinanza di una capitale governata dalla giunta Alemanno, che tra parentopoli e tagli alla cultura, ha fatto sprofondare Roma nel piu' bieco oscurantismo?''. E' quanto afferma il portavoce romano della Federazione della Sinistra, Fabio Alberti.

"Nel rifiutare l'offerta - continua Alberti - il maestro Muti non solo ha mostrato coerenza verso se' stesso e il ruolo che ricopre nel panorama culturale di questo paese, ma ha contribuito anche ha rimarcare che non basta l'appellativo di Capitale per dare vanto e prestigio a una citta'. Visto il trattamento che la Giunta Alemanno ha riservato al settore della cultura non ci si poteva aspettare nulla di diverso. Vogliamo comunque dire al maestro che le uniche persone poco degne di essere cittadini romani sono il sindaco Alemanno e tutti i consiglieri di maggioranza che, tra l'altro, nella precedente seduta del Consiglio comunale avevano fatto mancare il numero legale, mentre era in corso la discussione per conferire la cittadinanza onoraria ad un artista di livello internazionale.

"E' questa l'ennesima dimostrazione - prosegue - dell'incapacita' del centro destra di governare questa citta'. Auspichiamo comunque un ripensamento del maestro Muti, che potrebbe contribuire a ridare prestigio e credibilita' a Roma. Questa citta' ha bisogno anche di lui per risorgere dalle ceneri del modello Alemanno''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog