Cerca

Bologna: Free Ccp, ritiro pass e' 'mazzata' per giornalisti precari e freelance

Cronaca

Bologna, 10 giu. - (Adnkronos) - L'annuncio del sindaco di Bologna Virginio Merola di voler togliere il pass stampa che attualmente concede ai giornalisti l'accesso gratuito al centro in auto e moto e il parcheggio gratis nell'area di palazzo d'Accursio, "andra' a danneggiare primariamente i giornalisti collaboratori, precari e freelance che non godono di rimborsi taxi o autobus e men che meno dell'auto aziendale". E' quanto scrive in una nota il Free Ccp (Coordinamento giornalisti freelance, collaboratori e precari) dell'Emilia Romagna, che chiede al primo cittadino di "concordare insieme criteri di attribuzione dei permessi che siano sostenibili".

"I collaboratori, che sono la maggioranza degli operatori dell'informazione bolognese, rischiano di trovarsi con un'ulteriore spesa, dovendo pagare parcheggio e pass giornaliero di accesso al centro di 5 euro, per il costo di produzione del lavoro" prosegue il coordinamento che parla di una "nuova 'mazzata' sulla parte piu' debole del mondo dell'informazione". "Consapevoli pero' - prosegue il coordinamento dei cronisti - del fatto che, come accade in tutte le categorie, anche tra i giornalisti possano essersi registrati abusi, siamo disponibili a un ripensamento dei criteri di concessione dei permessi".

Pur "concordando sullo spirito che anima la giunta su questo importante tema", conclude il Free Ccp, il Comune "non puo' dimostrarsi insensibile alla questione, visto che incrocia le condizioni reddituali e senza tutele dei giornalisti precari al piu' complesso tema della liberta' di informazione costituzionalmente garantita e al dovere per un ente pubblico di condurre attivita' il piu' trasparenti possibili e verificabili, anche tramite la stampa, da parte dei cittadini".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog