Cerca

Lavoro: Saccomanni, salari ingresso giovani fermi da dieci anni

Economia

S. Margherita Ligure, 11 giu. - (Adnkronos) - "I salari di ingresso dei giovani sul mercato del lavoro sono fermi da oltre un decennio al di sotto dei livelli degli anni '80, senza che nel frattempo siano migliorati gli itinerari retributivi nel corso della carriera lavorativa". A denunciarlo e' il direttore generale di Bankitalia, Fabrizio Saccomanni che intervenendo la convegno dei giovani imprenditori di Confindustria ha rilevato poi che "ai giovani e' stato imposto un prezzo elevato delle politiche di riequilibrio strutturale della finanza pubblica attuate negli ultimi venti anni".

"Sebbene l'estensione degli ammortizzatori sociali -ha proseguito- abbia significativamente contribuito a limitare gli effetti della crisi sull'occupazione, e sui redditi, l'assenza di un sistema universale di protezione sociale ha penalizzato molti giovani che sono piu' esposti alla perdita del lavoro e che hanno meno requisiti per accedere agli strumenti di welfare disponibili. Alla precarieta' delle condizioni occupazionali si accompagna un progressivo peggioramento di quelle economiche".

Rilevando che nel 2009 quasi il 40% dei trentenni convivevano con i genitori contro il 16% degli inizi degli anni '80, Saccomanni ha evidenziato che "le difficolta' nel raggiungimento della piena indipendenza economica perpetuano l'ineguaglianza delle condizioni iniziali, rafforzano la bassa mobilita' sociale che caratterizza il nostro paese, frenano le aspirazioni di nuove generazioni, ne riducono il contributo allo sviluppo", ha concluso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog