Cerca

Milano: Lucia Castellano dal 'carcere' al Comune, lasciare Bollate e' strappo al cuore (2)

Politica

(Adnkronos) - Per il neo assessore la priorita' nel nuovo incarico sara' "individuare le cose che ci sono da fare. Per prima cosa conoscero' lo staff dell'Assessorato, verifichero' lo stato dell'arte, leggero' il bilancio e le risorse disponibili. Se poi ci saranno situazioni di emergenza, come casi di sfratto, interverro'". Ma non si muovera' senza prima conoscere bene il terreno. "La pianificazione del mio lavoro e delle mie priorita' sara' consequenziale alla conoscenza dello stato dell'arte", spiega.

In ogni caso, sottolinea, "la casa e' una delle colonne portanti di questa giunta". In una citta' dove la questione abitativa vive grandi contraddizioni. Da una parte i piu' grandi progetti di riqualificazione urbana d'Europa. Dall'altra 35 mila alloggi vuoti, secondo il censimento del 2001, e una grande richiesta richiesta di affitti calmierati. "Mi impegnero' a livellare la sperequazione e agiro' perche' il diritto alla casa sia veramente per tutti". Inoltre, spiega la Castellano, "lavorero' affinche' le case popolari siano veramente vivibili e non si trasformino in ghetti".

Castellano si dice "molto grata al sindaco Giuliano Pisapia che ha ritenuto che fossi la persona giusta per questo incarico. Ora e' mio dovere ricambiare questa stima. E lavorero' anche per Milano. Una citta' che amo molto, attenta alla sperimentazione, vicina ai progetti e all'innovazione e capace di rispondere alle sollecitazioni".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog