Cerca

Libia: Maroni, Premier dica in Parlamento quanto rimarra' Italia

Politica

Levico Terme (Tn), 11 giu. (Adnkronos) - Il ministro dell'Interno Roberto Maroni chiedera' al presidente Berlusconi "di attivarsi perche' venga comunicato l'impegno che ha preso in Parlamento di dire quando finira' la presenza dell'Italia in Libia e che prenda un impegno per trovare una soluzione diplomatica". Lo ha affermato a margine della Festa Nazionale della Cisl spiegando che solo "se finisce la guerra si puo' fare con la Libia quello che abbiamo fatto con paesi come la Tunisia e l'Egitto, cioe' una collaborazione che blocchi i flussi altrimenti con la bella stagione saranno destinati ad aumentare".

A proposito dei recenti sbarchi di profughi provenienti dalla Libia, ha detto: "io mi preoccupo delle vite di queste persone e di come fare per bloccare i flussi migratori. La soluzione c'e': dopo undici settimane quella che doveva essere una guerra lampo si rivela una guerra che ha come unica conseguenza quella di riempirci di profughi. Siccome la Nato l'ha prorogata di altri tre mesi io chiedero' al presidente Berlusconi di attivarsi", ha quindi spiegato Maroni.

"Sono arrivati circa 1500 profughi tutti dalla Libia perche' con la Libia non c'e' piu' l'accordo che consentiva di fermare questi sbarchi - ha insistito il ministro dell'Interno - questo accordo lo abbiamo fatto con la Tunisia, infatti dalla Tunisia non arriva piu' nessuno. Con la Libia finche' c'e' la guerra non si puo' fare nulla. L'unico modo per fermare questi sbarchi e' porre fine alla guerra, e' una cosa che abbiamo chiesto e che continuo a chiedere altrimenti non c'e' possibilita' di fermarli, questo e' il problema".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog