Cerca

Infanzia: Telefono Azzurro, stop alla piaga del lavoro minorile (3)

Cronaca

(Adnkronos) - ''La poverta' aumenta il rischio che i bambini siano coinvolti nel lavoro - denuncia il prof. Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro - La crisi economica, infatti, determina un aumento della dispersione scolastica e del lavoro minorile. Non dimentichiamo, poi, il fenomeno dei minori stranieri non accompagnati, che negli ultimi mesi e' aumentato in maniera esponenziale a causa della situazione del Nord Africa: questi minori sono quelli piu' esposti ad un alto rischio di sottrazione da parte di adulti per sfruttamento lavorativo e della prostituzione. Va infine citata la situazione dei tanti minori rom che fra il 2010 e 2011 hanno conosciuto un periodo di grave difficolta', a causa di sgomberi realizzati senza predisporre misure alternative di accoglienza''.

Per tutte queste categorie di minori ''a rischio'', Telefono Azzurro continua a far sentire la propria voce, chiedendo un piano di azione mirato all'eliminazione del lavoro minorile in Italia.

''Date le gravi conseguenze che queste situazioni possono avere sulla crescita di un bambino - continua il prof. Caffo - e' essenziale dare maggiore visibilita' a questo fenomeno, troppo spesso sottovalutato, ricordando alle Istituzioni e a tutta la societa' civile le proprie responsabilita'. Le azioni piu' urgenti riguardano il monitoraggio della dispersione scolastica e l'accesso all'istruzione, che deve essere garantito a tutti i bambini, italiani e stranieri. Cio' significa investire di piu' nella prevenzione di questi fenomeni, destinando maggiori risorse economiche. Dobbiamo pero' constatare come nell'ultimo anno le risorse destinate all'infanzia siano calate''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog