Cerca

Roma: Polverini, pronti ad azione di forza per impedire pedaggio sul Gra

Economia

Roma, 12 giu. - (Adnkronos) - "Ci faremo sentire, siamo pronti a mettere in campo azioni di forza e forme di disobbedienza civile. In piu' siamo prontissimi a scendere in piazza per manifestare contro questo balzello e difendere i nostri cittadini". Lo afferma il presidente della Regione Lazio Renata Polverini in un'intervista al quotidiano 'Il Messaggero' sulla questione del pegaggio sul Grande Raccordo Anulare di Roma.

"Presto mi vedro' con Alemanno e Zingaretti. E dovremo incontrare insieme i presidenti delle altre province del Lazio - aggiunge Polverini - In piu' c'e' un folto gruppo di parlamentari lazioali che si faranno sentire in Parlamento. Il Gra e' utilizzato non solo dai romani, ma da tutti i residenti della Regione. Dunque tutti ci devono aiutare in questa battaglia per difendere il potere d'acquisto dei cittadini laziali. Tanto piu' che noi - ricorda - un'alternativa al governo l'avevamo: il pedaggio serve per la manutanzione del Gra? Bene, abbiamo detto che la Regione e' disponibile a farsene carico. E rinnovo questo impegno anche se e' molto gravoso e rappresenterebbe l'esborso di tanti e tanti soldi".

"Non dimentico l'asse Bossi-Berlusconi, so che il rapporto tra i due e' importante. - sottolinea Polverini - Ma dopo gli ultimi risultati elettorali, tutti dovremmo aprire gli occhi: l'asse con Bossi non ha pagato e il Pdl dovrebbe comprenderlo. La gente si aspetta risposte su cose con crete, non propaganda leghista. Comincia a diventare pericoloso continuare a pensare che se si dice no alla Lega salta tutto, bisogna uscire da questa sorta di sudditanza psicologica. E' ora di dire basta e se la Lega continua con la persecuzione contro Roma, stop al federalismo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog